Posts contrassegnato dai tag ‘Vancheri’

Nell’ambito della partecipazione ad Expo Milano 2015, l’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Siciliana ha pubblicato oggi l’avviso pubblico rivolto alle aziende per l’utilizzo del Business Point che sarà disponibile a Milano all’interno di Padiglione Italia. L’avviso è consultabile sul sito web dello SPRINT SICILIA − Sportello regionale per l’Internazionalizzazione: www.sprintsicilia.it

“L’obiettivo è quello di permettere alle imprese padiglione_italiainteressate di utilizzare gratuitamente il Business Point della nostra Regione presso il Padiglione Italia, anche su propria iniziativa, per incontrare operatori del settore ed investitori”: lo dichiara Linda Vancheri, Assessore alle Attività Produttive della Regione Siciliana, coordinatore della partecipazione della Sicilia ad Expo Milano 2015. “E’ un ulteriore supporto che diamo alle nostre aziende al fine di facilitare l’incontro del nostro sistema produttivo con i principali attori del mercato internazionale. In questo modo daremo una casa comune a tutti i soggetti siciliani che concorrono a comporre un’unica ed integrata offerta del sistema delle eccellenze della Sicilia.”

Coloro che saranno ammessi a partecipare potranno, attraverso il sistema “Business Point Booking”, prenotare gli spazi disponibili nel Business Point su un apposito calendario, disponibile con accesso riservato, sino ad un massimo di 5 slot da 2 ore, nell’arco delle giornate di disponibilità del servizio, e fino ad esaurimento degli slot disponibili.

Ecco il link per consultare l’avviso pubblico.

F9A39F76-C3E7-11

di Margherita Tomasello*

Carissima Linda,
dopo tutte queste vicende che sono accadute negli ultimi giorni, sento il dovere di riflettere con te su quello che si dovrebbe fare, per opportunità, per un risveglio di coscienza, per giustizia. Non voglio puntare il dito su personaggi squallidi, taglieggiatori, avvoltoi. Credo che al di là della giustizia umana, la giustizia divina stia finalmente facendo il suo corso. Riprendo solo le tue ultime parole che hanno illuminato un momento sociale-politico-associativo a dir poco ombroso: «è il caso di trovare una figura di alto livello per commissariare la Camera di Commercio di Palermo». Riprendo questa tua frase perché auspico non sia il solito annuncio, ma l’inizio di un processo di vera trasformazione, di una primavera delle coscienze che possa garantire finalmente tutti i cittadini onesti. Ho fiducia in te e nelle tue capacità. Sei stata l’unica LINDA-VANCHERIpersona con ruolo politico vicina a me nella vicenda dell’azienda di famiglia; l’unica ad avere provato ad aiutarci mettendo a disposizione le proprie capacità e competenze. Conosco il tuo valore e la tua serietà e capisco quanto sarà difficile per te, per la tua posizione ed il tuo ruolo, sopportare questo inesistente governo Regionale. Allora ti chiedo, fortemente, in coerenza con quanto da te annunciato, con il tuo buon senso che ormai raramente si riscontra in una classe politica così chiusa ed ormai lontana dalle vere esigenze dei cittadini, che le tue parole si traducano in fatti, che le tue azioni possano rappresentare un inizio di vero cambiamento e di rinascita di un popolo troppo spesso pestato e demoralizzato, procedendo, in tempi brevissimi, al commissariamento sia della Camera di Commercio che della Gesap. Abbiamo bisogno di un nuovo 25 Aprile. Un rinnovamento totale per una Società nuova. Vogliamo testimoniare i fatti concreti che dimostrino l’inizio del cambiamento, perché non debba accadere, come sempre, che dopo la scossa di terremoto etico-morale, il tutto finisca nel dimenticatoio, riprendendo la quotidianità della vita, ormai sempre più assuefatti di un malaffare e di una corruzione dilagante; il non agire immediatamente contribuisce a sopire e sedare le menti per far dimenticare, per non continuare a riflettere, facendoci desistere dall’agire, ritornando nella nostra zona di comfort, nello stato di neutralità. Ritengo sia arrivato il momento di dire basta, dobbiamo avere il coraggio di agire, dobbiamo uscire dal nostro stato di comfort per volare più in alto, per guardare i nostri figli senza angoscia e senza paura per il loro futuro in questa nostra amata Sicilia. Facciamo in modo che i nostri riferimenti, idoli, guide non siano solamente gli eroi che si sono adoperati per il bene comune, sacrificando le loro vite; imitiamoli, emuliamoli e faremo in modo che il loro sacrificio non sia stato inutile e non vada sprecato. La Società civile merita dei nuovi punti di riferimento, nella politica come nelle associazioni. Non mi abbandonare, né come cittadina né come imprenditrice. Diventa strumento di rinnovamento. Te lo scrivo in questa giornata particolare per noi donne (8 marzo, ndr), che sono state storicamente protagoniste di forti e decisivi cambiamenti. Come dice il nostro Presidente Mattarella: «è sulle donne il peso maggiore della crisi» ed io aggiungo non soltanto economica ma anche morale. È da noi che deve iniziare la svolta, il cambiamento, il risanamento etico/morale della nostra Società. Il nostro Presidente aggiunge: «la donna è la radice sulla quale le nazioni sono costruite. Essa è il cuore della sua nazione. Se il suo cuore è debole, il popolo sarà debole. Se il suo cuore è forte e la sua mente limpida, allora la nazione sarà forte e determinata. La donna è il centro di ogni cosa». Facciamo veramente nostre le parole del Presidente: cambia il corso di questa storia squallida e umiliante. Tu lo puoi fare. Fai ritornare al centro di ogni cosa il popolo siciliano, per continuare ad essere orgogliosi di esserlo. Grazie per avermi ascoltata!

* È la faccia più conosciuta e pubblica tra i titolari di una azienda che appartiene alla storia del nostro territorio: il pastificio Tomasello.