Posts contrassegnato dai tag ‘terrorismo’

Giuseppe Lauricella

di Giuseppe Lauricella *

Il terrorismo può battersi se agli interessi economici si faranno prevalere gli interessi dei popoli. Quello che è successo in Francia è un attacco lucido al nostro mondo, alla nostra cultura, alla nostra storia, alla nostra identità.

Molti errori sono stati commessi dai governi occidentali che li hanno concepiti ed attuati. L’idea statunitense di esportare la democrazia ha sempre celato il vero fine: la colonizzazione delle aree d’interesse economico. Il mondo concepisce misure e azioni basate sul profitto. Dalla politica interna alla politica estera ogni atto porta il segno della convenienza economica o finanziaria.

Gli effetti sono sotto gli occhi di tutti. L’Iraq, la Libia, ne sono l’esempio. Ma l’effetto è avere rotto equilibri che garantivano le nostre democrazie. Per esportare la democrazia (e conquistare aree di interessi economici) abbiamo messo in pericolo le nostre. Le democrazie maturano se ne hanno l’humus, non se le imponi. L’imposizione è comunque segno di prevaricazione che non coincide con lo spirito democratico.

Anche gli atteggiamenti della Russia e nei confronti della Russia hanno scalfito altri equilibri. Ma sempre i motivi economici hanno prodotto le scelte. È tempo che gli interessi di parte (economici) cedano di fronte all’interesse di tutti (pace e sicurezza). È tempo di rivedere tutto per non perdere tutti.

* Deputato nazionale

di Bepi Lima  (sicilianews24.it)

Esordio sui grandi mezzi di comunicazione internazionale per il Presidente Sergio Mattarella che, per la prima intervista ufficiale, ha voluto fare le cose in grande, accettando la proposta della tv di informazione più diffusa nel mondo (la Cnn) con la star del giornalismo mondiale, Christiane Amanpour, inviata a Roma per il colloquio con il nostro capo dello Stato.

220734294-3c65732a-b424-4acc-8185-4593fff414a8Un palcoscenico globale che poco si confà al low profile scelto da Mattarella per le sue uscite pubbliche e che, probabilmente, avrà provocato travasi di bile per il premier Matteo Renzi, “oscurato” proprio dal candidato che aveva scelto per la sua sobrietà e il suo riserbo. Evidentemente la personalità del Presidente palermitano ha suscitato la curiosità dell’opinione pubblica mondiale.

Cuore dell’intervista con la Cnn, in onda alle 20 di stasera, sarà il nodo della risposta mondiale al terrorismo, nel momento in cui la comunità internazionale si interroga sulle modalità di intervento in Libia, per contenere l’avanzata dell’Isis e all’indomani della strage al Museo del Bardo di Tunisi che ripropone drammaticamente la necessità di una strategia globale contro il terrorismo.
L’attenzione nei confronti di Mattarella è legata anche al ruolo di prima linea che l’Italia inevitabilmente ha assunto nelle vicende che si svolgono a poche centinaia di chilometri dalle sue frontiere.