Posts contrassegnato dai tag ‘palermo’

forum-siciliano-movimenti-per-lacqua-e-i-beni-comuni
 

Domani, 27 novembre 2015, in prossimità della ventunesima Conferenza mondiale sul Clima di Parigi, si costituirà a Palermo,presso il Palazzo delle Aquile, dalle ore 15:00, il Comitato promotore per la conversione ecologica dell’economia, la partecipazione democratica, la pace, la salvaguardia del pianeta, la giustizia sociale e lo sviluppo del lavoro.

Più semplicemente i soggetti singoli o in forma associativa che vi confluiranno hanno “deciso” di essere promotori e sostenitori dell’economia circolare e dell’ecologia nell’habitat siciliano, perché crediamo che proporre un nuovo modello di sviluppo per la Sicilia, che punti alla conversione ecologica della società e dell’economia, che pianifichi l’uso del territorio, delle risorse naturali, culturali ed umane, in una visione complessiva e nell’interesse delle comunità, sia l’unica scelta vitale e necessaria oggi per la nostra Terra. Dal sito dell’ANCI Sicilia, http://www.anci.sicilia.it/appello-per-la-conversione-ecologica/, che co-promuove l’iniziativa, si può leggere ed aderire all’appello per la costituzione del Comitato.

Nel proporre una visione delle politiche locali sostenibili, integrate e lungimiranti, che mettano in discussione la Strategia Energetica Nazionale (S.E.N.), rimasta letteralmente “fossilizzata” a scelte antieconomiche e tecnologicamente superate, mentre sono già mature prospettive di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili, crediamo sia indispensabile legare a questa scelta di fondo una “governance” dei servizi pubblici locali, dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei rifiuti, ma anche dell’agricoltura e della gestione delle risorse ambientali e culturali, non improntata alla migliore allocazione delle risorse sul mercato e al soddisfacimento della logica del profitto, ma al contrario modellata su una nuova gestione del “pubblico partecipato” in cui i cittadini siano protagonisti delle scelte democratiche, legate alla prossimità del territorio, nella piena responsabilità che la conservazione e gestione dei beni comuni comporta per sé e per le generazioni future.

In questo senso è paradigmatica, ancora una volta, l’esperienza della vittoria dei referendum sull’acqua, che ha riacceso il motore della democrazia partecipata sull’intera questione dei servizi pubblici locali. Dopo l’approvazione della legge regionale n. 19 sulla gestione pubblica del Servizio Idrico Integrato, ora impugnata dal governo Renzi, ci aspettiamo che il Presidente Crocetta, come ha in più occasioni sostenuto, difenda la legge approvata dal Parlamento siciliano, non accettando alcun compromesso al ribasso di revisione del testo approvato all’Ars, sulla traccia portante della legge d’iniziativa popolare per la prima volta promossa da 35.000 firme e 140 consigli comunali. La legge 19 verrebbe così valutata dal più alto vertice di garanzia Costituzionale, qual è la Corte Costituzionale, perché il più antico parlamento del mondo ha legittimamente deliberato in ottemperanza all’art. 14 dello Statuto Speciale che, ricordiamo, ha rango costituzionale.

Ecco, noi promotori dell’economia circolare e dell’ecologia nell’habitat siciliano siamo decisi a non farci scippare acqua, democrazia e beni comuni, ma anzi ad informare e mobilitare per questi diritti e per la loro agibilità le cittadine ed i cittadini siciliani, che già in più di un’occasione hanno espresso chiaramente la loro preferenza, convinti come siamo che solo la gestione pubblica e partecipativa della “res comune” possa rappresentare il futuro virtuoso della Sicilia e della Terra tutta.

Forum siciliano dei movimenti per l’acqua ed i beni comuni

La nuova stagione concertistica 2015-2016 del Circolo Artistico di Palermo si apre con la calda voce jazz di Valeria Terruso, che si esibirà, alle 19:30 di mercoledì 25 novembre, nei saloni della sede di via Marinai Alliata, 5, in “Quartet in love”, musiche italiane e standard del jazz che parlano d’amore, insieme al contrabbasso di Davide Inguaggiato, alla batteria di Paolo Vicari e con Giuseppe Preiti al piano. Valeria TerrusoIl circolo storico, fondato nel 1882, presieduto dal Fabrizio Franco e artisticamente diretto dalla cantante lirica e già docente al conservatorio Vincenzo Bellini, Elvira Italiano Maiorca, punta per la nuova stagione su un panorama musicale attuale, senza trascurare il repertorio classico, tanto amato dai soci e dagli appassionati. Ingresso con invito da richiedere in segreteria fino ad esaurimento posti.

Il programma del concerto “Quartet in love” al Circolo Artistico prevede brani che parlano d’amore come Blue Moon di Richard Rodgers e Lorenz Hart, Via con me di Paolo Conte, Che cosa c’è di Gino Paoli, In cerca di te di Nicola Arigliano, Io che amo solo te di Sergio Endrigo e Mina, Valeria Terruso_Ph Arturo Di Vita.Cheek to Cheek di Irving Berlin, Sicily di Chick Corea e Pino Daniele, Un bacio a mezzanotte del Quartetto Cetra, E se domani di Mina, La voglia la pazza di Ornella Vanoni e Toquinho, Senza fine di Gino Paoli, Estate di Bruno Martino, Sympatique di Pink Martini e Edith Piaf, Summertime di George Gershwin.

La cantante venticinquenne Valeria Maria Terruso, voce del gruppo, terminati gli studi classici, ha iniziato la sua esperienza musicale al Brass Group di Palermo e, quindi, al conservatorio “Vincenzo Bellini”. Vincitrice del premio di apertura del festival all’Umbria Jazz Winter, si è esibita al fianco di giovani formazioni e di grandi nomi del Jazz italiano. Ha partecipato al “World Festival on the beach”, alle rassegne jazz dello Spasimo, a “Luci in…jazz” di Siracusa e al “Giardino della Kolymbetra” di Agrigento, alla rassegna “il Jazz in 100 minuti” ai Cantieri Culturali della Zisa e al Teatro di Verdura.

d2196fe8-a0eb-4335-a233-f97a560ddde3_largeSi svolgerà domani, dalle 10:00 alle 13:00, presso la Sala delle Lapidi del Comune di Palermo, il convegno “Solidarietà digitale” promosso da TechSoup Italia con la Fondazione Cariplo e Microsoft.

Il convegno sarà l’occasione per presentare il programma di supporto digitale agli enti no profit.

 

Clicca qui per il programma completo.

 

Al Dorian un weekend di musica tra tributi e funky

Pubblicato: 11 novembre 2015 da Sicilia più in Eventi
Tag:, , , , ,
lapresse - abbiati - Vasco Rossi compie 60 anni
Venerdì 13 ci sarà “La notte del Blasco” con i Colpa D’Alfredo, sabato 14 i Musique du role e domenica 15 il tributo ai Genesis con gli Oberon

Tre giorni di musica tra tributi al mito italiano per eccellenza, il sabato funky e un concerto dedicato alla band che ha rivoluzionato il rock progressivo. La musica di prima scelta passa anche questo weekend dal Dorian in piazza Don Bosco, 11, Palermo. La formula è sempre la stessa: alle 20:00 l’apericena e alle 22:00 la musica con i concerti live.

Venerdì 13 novembre sarà “La notte del Blasco”, ovvero una serata omaggio al mito di Vasco Rossi. Alla cabina di comando i Colpa d’Alfredo, ovvero l’unica band tributo a Vasco Rossi della Sicilia riconosciuta dal rocker emiliano. La formazione, riproporrà fedelmente i classici della grande rockstar, riproponendo le tappe più significative della storia musicale del “Komandante Blasco”. La band è formata da: Ivaskrello Blasco (voice), Giuseppe Di Blasi (electric guitar), Fabio Badalamenti (keyboards & synth), Giuseppe Diliberto (bass), Teddy Schifano (drums). Una serata che rimarrà nella storia della musica di intrattenimento in città.

Sabato 14 novembre sarà il turno dei Musique du role,

Musique du role

Musique du role

trio musicale formato da Andrea Piazza (voce e chitarra), Federico Girlando (batteria), Vincenzo Cusenza (sassofono) e Francesco Stassi (basso). Con il loro sound si viaggerà con la musica funky e dance anni Sessanta e Settanta inglese ed italiana. In scaletta brani non solo da ballare, ma anche da cantare: “Freak out”, “Get lucky”, “Please don’t let me be misunderstood”, “24 mila baci”, “Saint tropez”, “Tintarella di luna”, “Let’s twist again”.

Domenica 15 novembre sarà all’insegna del concerto-omaggio alla band più psichedelica della storia del rock. Sono stati questo i Genesis per il mondo della musica. Sul palco: Joshua Ross (voce, chitarra acustica), Stefano Siragusa (chitarra elettrica, cori), Giuseppe Bertini (tastiere, cori), Marcello Castellucci (basso elettrico) e Ferdinando Piccoli (batteria, percussioni, chitarra acustica, cori). In particolare il gruppo dedicherà la scaletta agli anni in cui della band faceva parte Peter Gabriel.

Genesis

Genesis

Il Dorian è aperto dalle 19:30. Ingresso dalle 20:00 con apericena e concerto. Per prenotare un tavolo telefonare al 380 798 0615.

Per essere aggiornati sugli eventi del Dorian si può cliccare sulla sua pagina Facebook da oltre 8 mila e 300 “mi piace”.

Autismo in vela

Pubblicato: 5 novembre 2015 da Sicilia più in Sport
Tag:, , , ,

Sarà presentato domani, venerdì 6 novembre, alle ore 14, presso il Polo Nautico della LNI “Oltre le barriere”, il progetto Autismo in Vela nato da un’idea della Lega Navale Italiana, Sezione di Palermo Centro, in collaborazione con l’Associazione Aurora Onlus allo scopo di promuovere la nautica e l’ambiente marino come attività socio-riabilitativa di supporto ai ragazzi autistici.autismo

La Lega Navale Italiana già da tempo promuove l’integrazione e l’inclusione sociale attraverso lo sport della vela e, domani sarà la volta dei ragazzini autistici. L’attività vedrà operare sinergicamente i volontari e gli esperti velisti della Sezione di Palermo LNI a bordo delle imbarcazioni sociali LNI con i ragazzi appartenenti all’Aurora Onlus e le loro famiglie, i quali potranno gratuitamente apprendere le nozioni base di avviamento alla vela.

“I benefici derivanti dall’attività ludico/sportiva – afferma Ivana Calabrese presidente dell’associazione Aurora Onlus – insieme ad una complessiva gratificazione personale, determinata dai momenti di integrazione e socializzazione che lo sport offre, rappresentano uno dei nostri obiettivi personali”. L’associazione Aurora Onlus gestisce anche il Centro P.A.P.A.D. (Progetto Alternativo per Autistici e Disabili) nato su una proprietà confiscata alla mafia a Piano dell’Occhio (Monreale).

ricetta-marzapane-pasta-di-mandorle-festa-dei-morti-sicilia

Giustina torna con le sue storie sul palco di “Cantunera”, ma questa volta per raccontare dei morti e del rapporto che hanno con essa i Palermitani: un rapporto talmente bello da volerlo festeggiare con una specifica ricorrenza.

Lo farà, alle 21 di lunedì 2 novembre, nel giovane teatro di piazza Monte Santa Rosalia, 12 (accanto Palazzo Branciforte). Una serata, quella in programma, che darà modo al personaggio di Giustina, nei cui panni si calerà Alessia Spatoliatore, di raccontarci la tradizione popolare, cosa la anima, Alessia Spatoliatorecome si festeggia, cosa si mangia.

Il tutto attraversando proverbi e modi di dire tipici della nostra terra. Un testo scritto, diretto e interpretato dalla Spatoliatore. Sul palco, insieme a Giustina, ci sarà anche suo cugino Giuvà.

All’evento è associato un apericena, dalle 20:30 alle 21:30, al costo di euro 15,00 (con bevanda analcolica). Per il solo spettacolo, invece, euro 9,00 (compresa bevanda analcolica). Per prenotazioni, chiamare al cell. 389.2158948.

La Festa dei racconti e dei doni prende il via il 30 ottobre nel quartere di Ballarò, a Palermo, con una serie di appuntamenti tra il mercato e l’oratorio di Santa Chiara per celebrare la tradizionale “Festa dei morti”.

Il quinto appuntamento di Ballarò d’autunno 2015 _15092015085218guarda alla tradizione della “Festa dei morti” come  un momento di passaggio tra le generazioni, che si realizza con il dono e con la narrazione. Al mercato di Ballarò dal 30 ottobre al 2 novembre i commercianti doneranno una poesia ai propri clienti al momento dell”acquisto della spesa, mentre altri doni saranno creati e messi in esposizione nei laboratori della Sartoria sociale previsti a Santa Chiara. Gli appuntamenti con i racconti sono previsti Venerdi 30, alle 17:30, all’Oratorio di Santa Chiara con il convolgimento di autori, narratori, giornalisti ed operatori culturali e vedono al centro dell’attenzione Luca Scarlini, giornalista e noto saggista, drammaturgo, storyteller, professore all’Accademia di Brera,  che parlerà di Storytelling e narrazione nelle dinamiche sociali di oggi a Ballarò e Palermo insieme a Roberto Puglisi giornalista, Donatella Natoli operatrice culturale e sociale, Amelia Bucalo Triglia esperta di comunicazione,  Massimo Castiglia operatore sociale e consigliere della 1° Circoscrizione.

Sempre Venerdi 30 all’Oratorio di Santa Chiara, alle ore 21:00, Luca Scarlini è interprete dello spettacolo di narrazioneL’anima di stucco: un racconto sui fantasmi” di Giacomo Serpotta.

Giacomo Serpotta, maestro di un’arte bianca, amava dare corpo a figurazioni complesse, strepitose visioni di barocca bellezza, bianche distese di allegorie dove sempre trovavano posto i “carusi” della città e, come vuole la leggenda, le belle signore della notte posavano per le sue immagini più stregonesche, come la Lussuria, in abiti moderni, che sta nell’Oratorio di San Lorenzo. L’anima di stucco è un racconto su un grande artista, che ha sedotto scrittori, artisti, fotografi: un “cunto” sulla metafisica seduzione di uno scultore appartato, che riecheggia nelle parole di Ernesto Basile, Franco Fortini, Vincenzo Consolo, Roger Peyrefitte, come nei quadri di Fabrizio Clerici.Mercato_Ballarò

Domenica 1 novembre all’Oratorio di Santa Chiara, alle 19:00, Beatrice Monroy racconta Demoni e centauri la straordinaria vicenda, piena di colpi di scena, di demoni, centauri e altri eventi tra il fatato e la disperata realtà del presente di un gruppo di eremiti che più di mille anni fa decise di abitare il deserto. Come e con quali armi combatterono il demonio e cosa succederebbe adesso se, uscendo dalle loro celle, incontrassero decine e decine di passi di gente in fuga? La narrazione si snoda tra il racconto più classico dalla mitologia degli Padri del deserto e il salto nell’immaginario  che ci dà il presente. È la prima versione di un lento lavoro verso la stesura di un romanzo dal titolo “Storie di noi, una cura per l’irrimediabile”.

Per info: ballaroeventi.com

Pagina Facebook: Ballarò significa Palermo

Il programma

Venerdì 30 ottobre

Mercato di Ballarò

Ore 8:00-18:00. Ballarò dona poesia. I negozianti aderenti doneranno ai propri clienti, insieme al coppo o al sacchetto della spesa, una poesia (fino ad esaurimento scorte). In collaborazione con Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili.

Oratorio di Santa Chiara – piazza Santa Chiara

Ore 17:30. Conversazione a più voci: Storytelling e narrazione nelle dinamiche sociali di oggi a Ballarò e Palermo con Luca Scarlini storyteller, Amelia Bucalo Triglia esperta di comunicazione, Roberto Puglisi giornalista, Donatella Natoli operatrice sociale e culturale, Massimo Castiglia operatore sociale e consigliere della 1° Circoscrizione.

Ore 21:00. Spettacolo di narrazione “L’anima di stucco”: un racconto sui fantasmi di Giacomo Serpotta di e con Luca Scarlini.

Sabato 31 ottobre

Mercato di Ballarò

Ore 8:00-18:00. Ballarò dona poesia.

Oratorio di Santa Chiara – Piazza Santa Chiara

ore 10:30-13:00 e 16:30-18:30. Laboratorio di Cucito creativo a cura della cooperativa Al Revés Sartoria Sociale.

16:30-18:30. Laboratorio di narrazione e scrittura autobiografica sul tema del dono, condotto da Leonora Cupane, a cura del Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili.

Ore 16:30 – 18:30. Racconti letture alternative su eventi del vissuto collettivo e fatti di cronaca raccontate dagli stessi autori, a cura di Apertura a Strappo, un collettivo di autori, lettori, musicisti, performer che movimentano un blog letterario fondato sulla condivisione di idee, passione per la scrittura e per la lettura, ma non solo.

Domenica 1 novembre

Mercato di Ballarò

Ore 8:00-18:00. Ballarò dona poesia.

Oratorio di Santa Chiara – piazza Santa Chiara

Ore 19.00.  Demoni e centauri. Un racconto di e con Beatrice Monroy.

Lunedì 2 novembre

Mercato di Ballarò

Ore 8:00-18:00. Ballarò dona poesia.

Oratorio di Santa Chiara – Piazza Santa Chiara

Ore 16:30-18:30. Laboratorio di Cucito creativo a cura della cooperativa Al Revés Sartoria Sociale.

Ore 16:30 – 18:30. Racconti a cura di Apertura a Strappo.

n.b. Per la partecipazione al laboratorio de “Le Città Invisibili” è necessario portare un dono. Con i doni raccolti verranno premiati bambini e ragazzi meritevoli a cura dell’Oratorio S. Chiara e dell’Istituto comprensivo “Nuccio”.

Informazioni: 347.122.52.66

L’evento si svolgerà domani, sabato 24 Ottobre, e partirà alle ore 9:00 da “Cantunera”, in piazza Monte Santa Rosalia, 12 (accanto Palazzo Branciforte), dove i partecipanti saranno accolti con un buon caffè e delle fresche bevande che consentiranno loro di cominciare con energia la mattinata. E’ “Cantunera racconta Palermo: dalla Kalsa alla Vucciria”, il primo percorso culturale narrato e teatralizzato alla scoperta della città, dei suoi monumenti e dei tanti racconti che nei secoli hanno visto come protagonisti fatti e storie della bella “Panormus”.

Da questo giovane teatro del centro storico si procederà in direzione della Cala per raggiungere Porta Felice, cominciando così un viaggio nel cuore del centro storico, accompagnati dalla guida turistica Daniela Lo Secco, mentre la cantastorie Sara Cappello9 farà rivivere i personaggi delle tante storie grazie e attraverso la sua voce.

Si visiterà l’antico quartiere arabo della Kalsa con i suoi splendidi monumenti, le chiese, le fontane e i rigogliosi giardini. Verranno ricordate storie come quelle di Marcantonio Colonna, della bella Eufrosina, delle avvelenatrici come Francesca La Sarda. E ancora le vicende dei personaggi dell’Inquisizione, i rivoltosi della Gancia e le “curtigghiare” della Kalsa, Piazza Rivoluzione con il Genio di Palermo e Garibaldi. Si concluderà con la visita al mercato della Vucciria e del suo Genio, per tornare subito dopo “a Cantunera” per la degustazione di vini siciliani e per fermarsi, qualora si vorrà, a pranzo (su prenotazione) per gustare alcune specialità tipiche siciliane.

Tappe: Cantunera, Cala, Porta Felice, Mura delle Cattive, piazza Marina, chiesa della Catena, Steri (fuori), via Alloro, chiesa della Gancia (fuori), buca della salvezza, vicoli di via Alloro, piazza Rivoluzione con Genio, Mercato della Vucciria, Cantunera.

Il costo è di 15 euro a persona e comprende: caffè e succhi frutta di benvenuto, visita guidata, spettacolo lungo il percorso, degustazione di vino a fine percorso.

Prenotazione obbligatoria al cell. 389.2158948. Il ticket si potrà acquistare “a Cantunera”, in piazza Monte Santa Rosalia, 12 (accanto Palazzo Branciforte), anche prima dell’inizio del percorso, lo stesso sabato 24 ottobre.

Uno spettacolo appassionato, un viaggio nella storia e nell’universo del tango che coinvolgerà il pubblico fuori dai sentieri comunemente battuti, in una convivialità condivisa e partecipata pienamente. Lo offrirà al pubblico, alle 21.30 di domani, sabato 24 Ottobre, “a Cantunera”, fucina culturale dell’associazione “Città dell’Arte”, in piazza Monte Santa Rosalia, 12 (vicino Palazzo Branciforte), il Tango Trio con “Palermo Buenos Aires”TANGO TRIO, serata piena di energia, magia e ritmo travolgente.

Elementi che si fonderanno in un affascinante cammino tra le note del Tango Argentino, affrontando un viaggio a ritroso, per restituire a questa danza la sua forte radice di musica popolare, scaturita dall”incontro dei ritmi tribali, portati dagli schiavi in catene, con la marcia e la musica europea. In programma una serata piena di energia, magia e ritmo travolgente.

Sul palco:

Alejandra Bertolino Garcia (voce & cajon), Silvio Natoli (chitarra classica) e Francesco La Bruna (violino).

All’evento è associato un aperitivo con buffet, dalle 20.30 alle 21.30, al costo di 15,00 euro (comprensivo di bevanda analcolica). Per il solo spettacolo, invece, sarà 10,00 euro (anche in questo caso con bevanda analcolica). Prenotazioni al cell. 389.2158948.

Sarà un’anteprima, quella che “Cantunera” proporrà alle 21.30 di giovedì 22 ottobre nel suo teatro di piazza Monte Santa Rosalia, 12 (accanto Palazzo Branciforte), regalando al suo pubblico una serata come poche.Il Mare della Vita

Il mare della vita” è il titolo dello spettacolo scritto e diretto da Anna Mauro, che l’autrice ha deciso di presentare in questo giovane spazio culturale del centro storico di Palermo, registrando già il sold out per l’appuntamento di giovedì prossimo. Si replica, infatti, martedì 27 ottobre.

Si tratta di un lavoro di assoluta novità, dal testo molto diverso dagli altri, intimo eppure suggestivo, dove il mare racchiude, rispecchia e richiama ogni sfumatura dell’uomo (il genere umano è maschile, ma anche femminile), vedendo entrambi i sessi incarnare aspetti contrastanti e modi quanto mai variegati di affrontare la stessa tempestosa avventura della vita con tutti i suoi incontri, le sue esitazioni, i suoi amori.

«Proibito chiedersi che vuol dire e di cosa parla. Se, infatti, vorrete saperne di più – scrive Simonetta Genova, una delle attrici in scena – bisognerà che vi abbandoniate all’immaginazione e seguire le onde del mare delle emozioni: in poche parole, il mare della vita».

In scena con le loro voci, i loro corpi, la luce e la loro musica: Giovanni Mattaliano, Sandra Zerilli e Simonetta Genova. Musiche originali scritte e interpretate dallo stesso Mattaliano, eclettico e frizzante clarinettista.

All’evento è associato un buffet, dalle 20.30 alle 21.30, al costo di euro 15,00 (compresa bevanda). Per il solo spettacolo, invece, euro 9,00 (compresa bevanda). Per prenotazioni, chiamare al cell. 389.2158948.