Posts contrassegnato dai tag ‘musica’

Al Dorian un weekend di musica tra tributi e funky

Pubblicato: 11 novembre 2015 da Sicilia più in Eventi
Tag:, , , , ,
lapresse - abbiati - Vasco Rossi compie 60 anni
Venerdì 13 ci sarà “La notte del Blasco” con i Colpa D’Alfredo, sabato 14 i Musique du role e domenica 15 il tributo ai Genesis con gli Oberon

Tre giorni di musica tra tributi al mito italiano per eccellenza, il sabato funky e un concerto dedicato alla band che ha rivoluzionato il rock progressivo. La musica di prima scelta passa anche questo weekend dal Dorian in piazza Don Bosco, 11, Palermo. La formula è sempre la stessa: alle 20:00 l’apericena e alle 22:00 la musica con i concerti live.

Venerdì 13 novembre sarà “La notte del Blasco”, ovvero una serata omaggio al mito di Vasco Rossi. Alla cabina di comando i Colpa d’Alfredo, ovvero l’unica band tributo a Vasco Rossi della Sicilia riconosciuta dal rocker emiliano. La formazione, riproporrà fedelmente i classici della grande rockstar, riproponendo le tappe più significative della storia musicale del “Komandante Blasco”. La band è formata da: Ivaskrello Blasco (voice), Giuseppe Di Blasi (electric guitar), Fabio Badalamenti (keyboards & synth), Giuseppe Diliberto (bass), Teddy Schifano (drums). Una serata che rimarrà nella storia della musica di intrattenimento in città.

Sabato 14 novembre sarà il turno dei Musique du role,

Musique du role

Musique du role

trio musicale formato da Andrea Piazza (voce e chitarra), Federico Girlando (batteria), Vincenzo Cusenza (sassofono) e Francesco Stassi (basso). Con il loro sound si viaggerà con la musica funky e dance anni Sessanta e Settanta inglese ed italiana. In scaletta brani non solo da ballare, ma anche da cantare: “Freak out”, “Get lucky”, “Please don’t let me be misunderstood”, “24 mila baci”, “Saint tropez”, “Tintarella di luna”, “Let’s twist again”.

Domenica 15 novembre sarà all’insegna del concerto-omaggio alla band più psichedelica della storia del rock. Sono stati questo i Genesis per il mondo della musica. Sul palco: Joshua Ross (voce, chitarra acustica), Stefano Siragusa (chitarra elettrica, cori), Giuseppe Bertini (tastiere, cori), Marcello Castellucci (basso elettrico) e Ferdinando Piccoli (batteria, percussioni, chitarra acustica, cori). In particolare il gruppo dedicherà la scaletta agli anni in cui della band faceva parte Peter Gabriel.

Genesis

Genesis

Il Dorian è aperto dalle 19:30. Ingresso dalle 20:00 con apericena e concerto. Per prenotare un tavolo telefonare al 380 798 0615.

Per essere aggiornati sugli eventi del Dorian si può cliccare sulla sua pagina Facebook da oltre 8 mila e 300 “mi piace”.

Di un Solo Colore

Il suo nuovo cd “Un solo colore” uscirà l’1 novembre e Jerusa Barros ha scelto “Cantunera” per presentare il video che lo annuncia.

Alle 21 di sabato 10 Ottobre sarà insieme a Bernardo Viviano nel teatro di piazza Monte Santa Rosalia, 12 (accanto Palazzo Branciforte), per un concerto di musica capoverdiana con il quale racconterà la conclusione di un percorso compiuto con e attraverso le musiche tradizionali della sua terra di origine; brani d’autore che la fanno  approcciare al suo nuovo progetto “Di un solo colore”, anticipato in anteprima con questo video.

In tutto sono 11 i brani contenuti nel nuovo CD di Jerusa Barros, quasi tutti autobiografici, frutto della collaborazione con Alberto GezzieriUn evento che si annuncia assolutamente frizzante, così come l’anima questa artista, nella quale convivono più mondi e sensibilità.

Evento al costo di euro 10 (esclusa consumazione). Prenotazione al cell. 389.2158948. Possibile cenare gustando i piatti tipici della cucina di “Cantunera”.

Accade “a Cantunera”

Pubblicato: 27 luglio 2015 da Sicilia più in Eventi
Tag:, , , ,

1798642_630259130442413_7348208526650183670_n

Vi aspettiamo, alle 21:30 di giovedì 30 luglio, “a Cantunera”, in piazza Monte Santa Rosalia 12 (accanto Palazzo Branciforte), per un evento imperdibile.

“Le Sirene: chi ha paura del loro canto?” è uno spettacolo concepito come una narrazione, intrecciata a canti e musica, il cui testo è elaborato a partire da brani sia originali sia tratti da testi poetici e letterari di autori come Omero, Tomasi di Lampedusa, Pascoli e Kafka.

Accompagneranno la performance le immagini di Mariella Calò, artista contemporanea che recentemente ha pubblicato il libro illustrato “La vera storia delle sirene” (ed. il Palindromo).

Si tratta di una performance di narrazione, canti e musica di e con Rosalia Billeci. Praticamente il tentativo di dare vita a uno dei miti più affascinanti e misteriosi della nostra cultura, cercando di tratteggiarlo sia dal punto di vista poetico-artistico che psico-antropologico.

Fonte di grande ispirazione per gli artisti di tutti tempi, delle sirene si è detto tutto ed il contrario di tutto: arpie crudeli e cattive, principesse del mare buone e soccorritrici, vergini e caste sacerdotesse o adescatrici meretrici, miti pastorelle, cannibali, spiriti planetari. Ma su una cosa tutti sono d’accordo: il loro canto è irresistibile, incanta e incatena gli uomini.

In scena, insieme a Rosalia Billeci, ci saranno: Nicola Marchese (chitarra) e Aldo Mangiaracina (voce e chitarra).

Lo spettacolo, dalle 20 alle 21, è associato ad aperitivo con buffet, al costo di 12 euro. Prenotazioni al 329.5670724 (Sara Cappello) o al 389.2158948 (Gilda Sciortino). Per il solo spettacolo, il costo del biglietto è di 8 euro (comprensivo di bevanda).

Con il sostegno della Banca Popolare di Sant’Angelo, il 26 e il 27 giugno al Cluster biomediterraneo, l’orchestra siciliana gli ArchiEnsemble, ispirati da sette varietà di olive siciliane dell’olio IGP Sicilia, suoneranno sette brani del repertorio romantico e contemporaneo.

olivoVenerdì 26 e sabato 27 giugno 2015 al cluster biomediterraneo dell’Expo di Milano, il re della dieta mediterranea, l’olio extravergine di oliva Igp Sicilia, sarà protagonista del weekend musicale con gli ArchiEmsemble.

L’orchestra da camera, nata a Palermo dall’unione delle prime parti dell’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo e dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, abbinerà alle sette varietà più diffuse di olivo (Biancolilla, Cerasuola, Moresca, Nocellara del Belìce, Nocellara etnea, Ogliarola Messinese, Tonda iblea), inserite nella Igp Sicilia, sette brani tratti dal repertorio romantico e contemporaneo, caro al gruppo palermitano, con musiche di Suk, Mascagni, Rossini, Warlock, Tchaikovsky, Lampasona e Betta.

lunettaL’evento è stato reso possibile grazie al sostegno di Banca Popolare Sant’Angelo e del cluster biomediterraneo, che ha inserito nel palinsesto questo evento che vede protagonista l’olio siciliano e l’intera filiera produttiva dell’isola.

“Gli oli nati dalle diverse varietà di olive” dice Maurizio Lunetta, presidente del comitato promotore dell’olio Igp Sicilia, “acquisiscono caratteristiche uniche. E proprio l’unicità dei nostri oli ha permesso l’ambito riconoscimento dell’olio siciliano come Indicazione Geografica Protetta (Igp)”.  “Ogni varietà ha una sua origine e diffusione”, continua Lunetta, “e il concerto proporrà un viaggio in Sicilia, seguendo le fragranze degli oli che produce”.

Il carattere di ogni olio delle sette varietà è stato trasformato in note musicali, con un sapiente abbinamento dei brani scelti dall’ensemble siciliano guidato dal primo violino Domenico Marco.

GuadalmedinaSi intitola “Pura Gitana” lo spettacolo che i Guadalmedina, compagnia nata nel 2006, terranno alle 21:30 di oggi, sabato 20 Giugno, “a Cantunera”, in piazza Monte Santa Rosalia, 12 (vicino Palazzo Branciforte), dando vita a una perfomance dal carattere intimistico e di enorme forza comunicativa, nata da una simbiosi unica tra musica, canto e danza.

L’anima pura, ribelle e anticonformista, dunque, vivrà sul palco di questo giovanissimo teatro del centro storico di Palermo attraverso il “baile” di Deborah Idelia Brancato e la chitarra di Marcello Savona: la prima, interpretando non solo la musica, ma diventandone parte integrante “perché le palmas e lo zapateado sono contemporaneamente elementi coreografici e ritmici”; il secondo, accompagnando con maestria l’esibizione per fondere con il tutto la sua voce flamenca “in quanto istrione nella musica”.

Il flamenco nasce in Andalusia dall’incontro tra la musica popolare Andalusa e il patrimonio espressivo dei gitani, popolo nomade che si stanziò qui intorno al 1500. Loro esprimono attraverso il flamenco la loro storia, l’odissea di un popolo perseguitato, emarginato e torturato. Quindi, definirlo una danza, come anche un genere musicale, è restrittivo: molto probabilmente è entrambe le cose, ma è anche una forma di rappresentazione teatrale, il modo dei gitani, popolo fuori dalla storia, per raccontare la propria storia.

“Pura Gitana” è il primo spettacolo della sezione “Passaggi d’altrove” della “Rassegna Prima di Cantunera”, pensata per offrire un percorso storico, musicale e gastronomico che riguarda in particolare le dominazioni che si sono succedute in Sicilia; un viaggio artistico e culturale per cercare di capire le influenze di popoli che ci hanno dominato nei secoli.

Una rassegna nella rassegna che, come primo appuntamento, presenta la Spagna, la nazione che ha dominato la Sicilia per quasi cinquecento anni, in un connubio di suoni e immagini per fare la conoscenza della cultura di un popolo e riconoscere, nella conoscenza dell’altro, una parte di noi stessi.

Evento con aperitivo e buffet al costo di 12 euro. Per il solo spettacolo, biglietto a 8 euro (comprensivo di bevanda).

Prenotazioni al 389.2158948.

I cromatismi d'alta moda di Valentina Magro di Vagro
Sfilano abiti di carta, gioielli e occhiali di plastica riciclata su musica rock dal vivo

Di Milvia Averna                                Musica dal vivo, falcata coreografica abiti di plastica e cartone, “Unconventional FashionShow” sarà una  sfilata originale e divertente e inizierà alle 20:30 di sabato 28 marzo, alle Officine Baronali di via Villa Rosato, a Palermo. Un’antica corte per uno spettacolo nello stile newyorchese di Victoria’s Secret, con stilisti che hanno fatto dell’originalità la propria bandiera e il rock vintage della band rivelazione “Jack & The Starlighters“, con un album inedito, e gli assolo di Marco Misia, giovanissimo talento con la passione per la chitarra elettrica, al suo debutto. Un’idea del creativo Ezio Indorato, di Stefano Scalia, amministratore della Fashion in Italy Communication e dei fotografi della Pictures Life Gaspare Mistretta e Silvio Maltese. Ingresso con apericena e dj set 12 euro e il ricavato finanzierà altri giovani siciliani nelle prossime produzioni del gruppo.

Tra i nuovi talenti presenti Luca Calvagno, farmacista catanese, esperto di Ottica, creatore di Switchon, una linea di occhiali moderna e colorata, costruita con bottiglie e tappi di plastica riciclata, che piace ai vip come Francesco Facchinetti Francesco Facchinetti indossa occhiali Switchon di tappi di plastica riciclatie ai giocatori del Palermo calcio. Accanto a lui, Simone Perricone, di Villafranca Sicula, che con il marchio Sps, crea abiti che sono sculture di arte contemporanea, realizzati con cinture di sicurezza delle auto, tasti di computer, cartine di alluminio di pacchetti di sigarette e, ancora, cartoni di uova, carta da parati e zanzariere. “Unconventional Fashion Show”, presentato da Alessandra Mancuso, ospiterà anche Salvatore Martorana, 23 anni di Santa Flavia, dell’Accademia di Belle Arti di Palermo e fondatore con Simone Bartolotta, del marchio fashion ecosostenibile Esse Artistic designers. Fusion è la loro collezione di abiti in plastica fusa e Persefone, del 2015, alterna romantico e fiabesco al nero metallo.

Collana di bottiglie d plastica riciclata di Siria Eco DesignDell’Accademia di Palermo è anche Valentina Magro, stilista di Vagro, che con Rainbow collection fa alta moda d’audace ricerca cromatica. È rock chic, invece, la linea ispirata a Ettore De Maria Bergler, pittore Liberty. Tra gli “unconventional” i bijou di Siria Ecodesign, di Nunzia Ogliormino, nati dai sacchetti della spesa, dai tubi e dalle reti da giardino e dai sacchi di juta del caffè. Chiudono i giovani dell’Accademia del Lusso di Palermo Marta Cuccio, Davorin Cameron, Gemma Lo Bianco, Noemi Tabascio. Le modelle truccate dalla giovane make up artist palermitana Martina Costanzo.

Il primo concerto di primavera del Circolo Artistico Città di Palermo, di via Marinai Alessia SparacioAlliata, 5, celebrerà domani mercoledì 25 marzo, dalle ore 19,00 il ritorno del mezzosoprano Alessia Sparacio nel salone della storica istituzione culturale cittadina fondata nel 1882.

La cantante sarà affiancata dal maestroMauro Visconti2 Mauro Visconti e dal violinista Marcello Enna, tre talenti giovani per un repertorio classico ed importante che va dall’“Opera al cinema” con musiche di Bellini, Donizetti, Mascagni, Saint-Saens, Verdi e, ancora, Morricone, Mancini, Chaplin, Lai, Bacalov, Bixio, Kander.

Tra i brani più noti, “Se Romeo t’uccise un figlio” tratto da “I Capuleti ed i Montecchi” di Vincenzo Bellini, l’Intermezzo della Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, “O mio Fernando” da “La favorita” di Donizetti. Tra le colonne sonore, invece, Moon River, Love story, Il postino e New York, New York.Marcello Enna_violino3

Ingresso ad inviti, contattando la segreteria del Circolo.