Posts contrassegnato dai tag ‘Corte Costituzionale’

di Giulio Ambrosetti

Renzi è un demagogo da quattro soldi. Davanti a una sentenza della Corte Costituzionale, invece di applicarla subito, temporeggia. Dice che pagherà una parte del mal tolto (leggere i soldi che Monti ha tolto abusivamente ai pensionati) ad agosto, e solo a una parte dei pensionati.583129FC-D198-11 Di fatto, il capo del governo sta oltraggiando il pronunciamento di un organo di rilevanza costituzionale (leggere la Corte Costituzionale), riscrivendo unilateralmente le regole del gioco.

Questa non è democrazia, ma dispotismo. Nell’Italia repubblicana, prima di lui, solo Monti (regalo di Napolitano) ha travolto la Costituzione. Dovrebbe intervenire il Parlamento. Ma è fatto di “nominati”, in buona parte al soldo dello stesso Renzi. Quello che sta succedendo è incredibile. Di fatto, l’unico potere che si sta opponendo alla prepotenza di un Presidente del Consiglio che si rifiuta di applicare una sentenza della Corte Costituzionale sulle pensioni sono la magistratura e la Consulta.

I parlamentari e i dirigenti del Pd si dovrebbero vergognare! Tra l’altro, la restituzione dei soldi ad agosto potrebbe essere una presa in giro, perché l’Unione europea pretende, entro dicembre, una manovra correttiva che oscilla da 16 a 25 miliardi di euro. Tutte nuove tasse che dovranno pagare gli italiani. Renzi vuole prendere in giro 4 milioni di pensionati, per poi fregarli dopo il voto delle elezioni amministrative. Gli italiani hanno un mezzo per impedirglielo: non votare Pd.