Posts contrassegnato dai tag ‘cinema’

Sono aperte le iscrizioni al “Workshop su Regia e Interpretazione cinematografica” che Giuseppe Moschella (regista, autore, attore) ed Emanuela Mulè (attrice)moschella-e-mulè2 terranno “a Cantunera”, in piazza Monte Santa Rosalia, 12, nel mese di ottobre. Si tratta di 6 incontri in tutto, in programma il 15, 16, 17, 22, 23 e 24: il giovedì e venerdì dalle 16.30 alle 19.30, mentre il sabato dalle 9.30 alle 13.

Un percorso rivolto a tutti coloro che intendono raccontare storie con la telecamera o col telefonino; a quanti vogliono intraprendere la carriera di attore e/o regista; a tutti gli appassionati di cinema e a chi ha in programma di recitare per il teatro, per il cinema o per la televisione. Il workshop offrirà: conoscenze di tecniche di base; competenze riguardo la dizione e l’uso corretto della voce come anche sulla trasposizione cinematografica di storie e racconti brevi e sul modo di recitare e di muoversi davanti una macchina da presa. Possono partecipare professionisti o semplici appassionati, che abbiamo compiuto la maggiore età. Non sono richieste competenze particolari ed è consigliato a quanti sentano il desiderio e la necessità di aprirsi a nuove esperienze creative. Può essere anche un ottimo modo per fare buon uso del proprio tempo libero, allacciando nuovi contatti e favorendo processi di tipo educativo, formativo, terapeutico, sociale, senza dimenticare le interessanti opportunità di lavoro che ne possono scaturire. Alla fine del percorso si rilascerà un attestato di partecipazione. Il workshop prevede un massimo di 15 partecipanti, quindi è necessaria la prenotazione.

Per informazioni, chiarimenti e prenotazioni, bisogna chiamare al cell. 329.5670724 o al tel. 091. 321350.

I docenti.

Giuseppe Moschella.  Laureato in Architettura, ha frequentato un corso di regia cinematografica e televisiva con Nanni Loy e uno stage con Lina Wertmuller; è stato protagonista in diversi teatri Italiani e, sempre in qualità di attore, ha partecipato a importanti fiction e film, diretto da registi come Roberto Faenza, Beppe Cino, Sandro Sequi e Filippo Crivelli.

Ruolo di primissimo piano (ex ballerino Liborio Galfo della Modica degli anni ’50) nell’ultimo film di Beppe Cino, tratto da “Argo il Cieco” di G. Bufalino, con Olivia Magnani come protagonista femminile. Come regista di cortometraggi è vincitore di diversi festival nazionali, premiato da personalità come Carlo Lizzani, Giuliano Montaldo e dal premio Oscar Gabriella Pescucci. Il suo penultimo “L’avvoltoio” ha ottenuto un Certificato di merito al “Chicago International  film festival 2007” per la qualità e originalità del prodotto. Ha ricevuto anche un riconoscimento alla carriera alla 31° edizione dell’Efobo D’oro”, il “Premio internazionale di Cinema e Narrativa” e il Premio “Pergamene Pirandello 2012”. Il suo ultimo cortometraggio “La moglie sola” è in concorso al “David di Donatello 2015”.

la-gatta-sul-post-che-scotta_aEmanuela Mulè. Attrice di cinema e teatro, ha iniziato ad abbracciare e amare la dimensione interpretativa una volta affacciatasi al teatro, confrontandosi con diversi generi e partecipando a numerosi master teatrali e cinematografici tenuti da personalità di levatura internazionale, come B. Hiller, Y. Kordonskij, A. Dennis, M. rosati Hansen e L. Wertmuller. Per la tv, oltre agli spot della “Unicredit” con Ornella Muti e quello della “Gran Soleil–Ferrero” (trasmesso su rete nazionale e internazionale in Francia), ha interpretato il ruolo della coprotagonista (Cristina) ne “La Baronessa di Carini”, per la regia di U. Marino, prodotto da Feelmax per Rai Fiction. E’ stata, inoltre, protagonista femminile di uno spot contro il bullismo, per la regia di S. Lianza, direttore della fotografia Vladan Radovich. Sempre per la Tv è stata protagonista di puntata nella fiction “Ho sposato uno sbirro 2” e ha avuto un ruolo in “Squadra Antimafia 3”. Per il cinema, invece, oltre in “Alla luce del sole”, ha recitato al fianco di Asia Argento e Harvey Keitel in “Le volcan” diretto da Manuel Pradal. Tra gli ultimi ruoli interpretati, c’è quello della dott.ssa Parsi, Pubblico Ministero nel film “La siciliana ribelle” di Marco Amenta, e quello nel film indipendente “Fuori dal coro” di Sergio Misuraca (a breve in uscita nei cinema). Tra gli ultimi prestigiosi premi, l’attrice ha ricevuto uno speciale riconoscimento nell’ambito del 31° “Efobo D’oro, Premio Internazionale di Cinema e Narrativa”, il Premio ”Benvenuta in Toscana” al “Cortofiction di Chianciano Terme” per l’interpretazione nel film breve “L’avvoltoio” di Giuseppe Moschella, e il Premio “Pergamena Pirandello 2012”. E’ nel 2005 che nasce il duo “Moschella &Mulè”: con l’attore e regista Giuseppe Moschella, il cui stile interpretativo e scenico è caratterizzato da un’originale dimensione ironica, attraverso la quale, con apparente leggerezza, entrambi gli artisti inducono alla riflessione su importanti lacune sociali. Tante le loro produzioni e i teatri italiani che, sempre con grande successo, li hanno ospitati. Con la loro “Cammelli Cinema Teatro”, il duo ha realizzato anche film brevi che hanno vinto importanti premi internazionali e riscosso consenso di critica e pubblico.

10882177_10205305735757333_4578581305266149502_n

Tra Aprile e Maggio 2015,  il giovedì ed il venerdì dalle 16.30 alle 19.30 ed il sabato dalle 9.30 alle 13.00 (previsto break caffè ad ogni incontro) si terrà un workshop di 6 incontri dal titolo “Putìa du cinema”. I docenti saranno: Giuseppe Moschella (regista, autore, attore) ed Emanuela Mulè (attrice).

La prenotazione al laboratorio è obbligatoria, tenendo presente il numero chiuso dei partecipanti. Infatti, è previsto un numero massimo di 15 allievi. Al termine dello stesso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Il workshop è rivolto a tutti coloro che intendano raccontare storie con la telecamera o col telefonino; a coloro che vogliano intraprendere la carriera di attore e/o regista; agli appassionati di cinema; a chi ha in programma di recitare per il teatro, per il cinema e per la televisione.

“Putìa du cinema” propone i seguenti obiettivi formativi: far conoscere le tecniche di base; fornire le competenze riguardo la dizione e l’uso corretto della voce, riguardo la trasposizione cinematografica di storie e racconti brevi, nonché riguardo il modo di recitare e di muoversi davanti ad una macchina da presa.

A tale iniziativa potranno partecipare professionisti o semplici appassionati, che abbiamo compiuto la maggiore età, anche senza competenze particolari ed è consigliato a quanti sentano il desiderio e la necessità di aprirsi a nuove esperienze creative.

Il workshop è anche un ottimo modo per fare buon uso del proprio tempo libero allacciando nuovi contatti e favorendo processi di tipo educativo, formativo, terapeutico, sociale ed interessanti opportunità di lavoro.

I docenti

Giuseppe Moschella, laureato in Architettura, ha frequentato un corso di regia cinematografica e televisiva con Nanni Loy ed uno stage con Lina Wertmuller; ha recitato da protagonista in diversi teatri Italiani e, sempre in qualità di attore, ha partecipato ad importanti fiction e film; è stato diretto da registi come Roberto Faenza, Beppe Cino, Sandro Sequi, Filippo Crivelli. L’ultimo ruolo di primissimo piano (ex ballerino Liborio Galfo della Modica degli anni ’50) lo ha ricoperto nell’ultimo film di Beppe Cino, tratto da Argo il Cieco di G. Bufalino, con Olivia Magnani come protagonista femminile. È stato ospite in diverse trasmissioni televisive e radiofoniche della RAI, di SKY e di Rds. Come regista di cortometraggi è vincitore di diversi festival nazionali, premiato da personalità come Carlo Lizzani, Giuliano Montaldo e dal Premio Oscar Gabriella Pescucci. Il suo penultimo lavoro ,“L’avvoltoio”, ha ricevuto un Certificato di merito al Chicago International Film Festival 2007 per la qualità ed originalità del prodotto. Premiata pure la protagonista al Cortofiction di Chianciano Terme ed un riconoscimento è andato alla regia in occasione del XII Premio Rocco Chinnici. Tra gli altri premi, si annoverano quello alla carriera ricevuto durante la 31° edizione dell’Efebo d’oro, Premio internazionale di Cinema e Narrativa, ed il Premio Pergamene Pirandello 2012. Il suo ultimo cortometraggio, “La moglie sola”, è in concorso al David di Donatello 2015.

Emanuela Mulè, attrice di cinema e teatro, ha iniziato ad foto Moschella&Mulè 1 mod ridabbracciare ed amare la dimensione interpretativa, approcciandosi al teatro, confrontandosi con diversi generi e partecipando a numerosi master teatrali e cinematografici, tenuti da personalità di levatura internazionale (come B. Hiller, Y. Kordonskij, A. Dennis, M. Rosati Hansen, L. Wertmuller). Per la tv, oltre agli spot della Unicredit con Ornella Muti, e quello della Gran Soleil–Ferrero, trasmesso su reti nazionali ed internazionali (Francia), ha interpretato il ruolo della coprotagonista (Cristina) ne “La Baronessa di Carini”, per la regia di U. Marino, prodotto da Feelmax per Rai Fiction. Inoltre è stata protagonista femminile di uno spot contro il bullismo, per la regia di S. Lianza, con direttore della fotografia Vladan Radovich. Sempre per la tv ha girato, come protagonista di puntata, nella fiction “Ho sposato uno sbirro 2” ed ha avuto un ruolo in “Squadra Antimafia 3”. Per il cinema, invece, oltre “Alla luce del sole”, ha recitato al fianco di Asia Argento e Harvey Keitel in “Le Volcan”, diretto da Manuel Pradal. Tra gli ultimi ruoli interpretati, quello della dott.ssa Parsi, Pubblico Ministero nel film “La Siciliana ribelle”, di Marco Amenta, e quello nel film indipendente “Fuori dal coro”, di Sergio Misuraca (a breve in uscita nei cinema). E’stata ospite a “Sottovoce”, “Cinematografo” e “Applausi”, trasmissioni condotte da Gigi Marzullo su Rai Uno. Tra gli ultimi e prestigiosi premi, l’attrice ha ricevuto: uno speciale riconoscimento nell’ambito del 31° Efebo d’oro, Premio Internazionale di Cinema e Narrativa; il premio “Benvenuta in Toscana” al Cortofiction di Chianciano Terme per l’interpretazione nel film breve “L’avvoltoio” di Giuseppe Moschella; il Premio Pergamena Pirandello 2012.

Nel 2005 nasce il duo Moschella & Mulè (con l’attore e regista dotato di uno stile interpretativo e scenico dall’originale dimensione ironica, attraverso la quale, con apparente leggerezza, i due artisti inducono alla riflessione su importanti problematiche sociali). Tante le loro produzioni ed i teatri italiani che con successo le hanno ospitate. Il duo, con la loro compagnia “Cammelli Cinema Teatro”, ha realizzato anche film brevi che hanno vinto importanti premi internazionali e riscosso consenso di critica e pubblico.

Per ogni chiarimento sul costo del workshop contattare: Cantunera fucina culturale (Piazzetta Monte S.Rosalia n. 12, via Bara all’Olivella n. 10, Palermo, accanto Palazzo Branciforte) al cell. 3295670724 o al tel. 091/321350.