Archivio per la categoria ‘Sport’

Autismo in vela

Pubblicato: 5 novembre 2015 in Sport
Tag:, , , ,

Sarà presentato domani, venerdì 6 novembre, alle ore 14, presso il Polo Nautico della LNI “Oltre le barriere”, il progetto Autismo in Vela nato da un’idea della Lega Navale Italiana, Sezione di Palermo Centro, in collaborazione con l’Associazione Aurora Onlus allo scopo di promuovere la nautica e l’ambiente marino come attività socio-riabilitativa di supporto ai ragazzi autistici.autismo

La Lega Navale Italiana già da tempo promuove l’integrazione e l’inclusione sociale attraverso lo sport della vela e, domani sarà la volta dei ragazzini autistici. L’attività vedrà operare sinergicamente i volontari e gli esperti velisti della Sezione di Palermo LNI a bordo delle imbarcazioni sociali LNI con i ragazzi appartenenti all’Aurora Onlus e le loro famiglie, i quali potranno gratuitamente apprendere le nozioni base di avviamento alla vela.

“I benefici derivanti dall’attività ludico/sportiva – afferma Ivana Calabrese presidente dell’associazione Aurora Onlus – insieme ad una complessiva gratificazione personale, determinata dai momenti di integrazione e socializzazione che lo sport offre, rappresentano uno dei nostri obiettivi personali”. L’associazione Aurora Onlus gestisce anche il Centro P.A.P.A.D. (Progetto Alternativo per Autistici e Disabili) nato su una proprietà confiscata alla mafia a Piano dell’Occhio (Monreale).

Traversata in canoa polinesiana tra le Aree Marine Protette di Ustica e Capo Gallo. Tutti in acqua tra divertimento e rispetto del mare

di Rossella Tramontano

Presentata ufficialmente una nuova avventura della Lega Navale di Palermo: “Ustica Paddlers 2015”. La conferenza stampa si è svolta venerdì 31 luglio, al fresco della Grotta del Ninfeo, presso la sede della Lega Navale Italiana Sezione Arenella (Scalo Vecchio Arenella) ed ha illustrato la traversata che un equipaggio di 10 atleti compirà, il 4 Settembre prossimo, dall’Area Marina Protetta di Capo Gallo a quella di Ustica a bordo di una canoa polinesiana a due vogatori, mono pala.ustica paddlersdirigenza

L’evento ha lo scopo di richiamare l’attenzione di tutti al rispetto dell’ambiente marino e fa seguito ad un protocollo di intesa tra la Sezione Arenella e la Sezione Palermo Centro della LNI di Palermo, nell’ottica di un incremento delle attività istituzionali congiunte. Nato da un’idea del socio canoista Sergio Cardile, l’evento è stato accolto con entusiasmo dalla dirigenza che supporterà i dieci appassionati soci costituenti l’equipaggio “Ustica Paddlers” nel solcare il Tirreno Meridionale dalla Riserva di Ustica a quella di Capo Gallo a Palermo per un percorso complessivo di circa 35 miglia marine.

Ignazio Cancilla, Nico Cassano, Sergio Cardile, Leonardo Fidicaro, Vincenzo Zaami, Toni Cannistraro, Vincenzo Stuppia, Enrico Cigno ed il campione paraolimpico Fabio Nucatola saranno gli atleti che si alterneranno alle pagaie in coppie, con turni di circa un’ora e mezza ciascuna con una velocità media non inferiore a 3 nodi. L’assistenza in mare sarà garantita dall’imbarcazione “Azimuth Lega Navale”, che avrà a bordo due esperti velisti della LNI con il compito di indicare la rotta e permettere i trasbordi per il cambio dei vogatori. Tutte le operazioni saranno seguite anche da una imbarcazione dell’ARPA Sicilia.

Questa traversata vuole essere un richiamo per tutti al rispetto dell’ambiente marino – fonte di vita per ogni essere umano – e delle regole per mantenerlo quanto più incontaminato da sostanze antropiche inquinanti. Rispettare e salvaguardare il futuro della Terra e di quanti vi dimorano è compito di tutti. Alla conferenza stampa erano presenti il Presidente della Sezione Arenella Giuseppe Rocca, il Presidente della Sezione Palermo Centro Beppe Tisci, il rappresentante dell’Arpa Salvatore Campanella, il Segretario Regionale della Federazione Italiana Canoa e Kayak (FICK), il presidente della Canottieri Trinacria Giovanni Fiore, il rappresentante del CIP Ninni Gambino, e il rappresentante della Guardia Costiera Ausiliaria C. Matto.

di Rossella Tramontano

Sono già numerosi gli iscritti al Campionato Siciliano Vela d’Altura e Coppa d’Area Gran Crociera in programma a Palermo dal 2 al 5 Luglio organizzato dai Circoli Velici Riuniti di Palermo e indetto dalla Federazione Italiana Vela VII zona, di concerto con l’U.V.A.I.

Si tratta del secondo evento importante della stagione organizzato congiuntamente dai sette circoli, Club C. R. di Lauria, Circolo della Vela Sicilia, Società Canottieri Palermo, Centro Velico Siciliano, VelaClub Palermo, Lega Navale Italiana Sezione Palermo Centro, Yacht Club del Mediterraneo le cui premesse fanno già preludere ad un gran successo.

Già iscritte le imbarcazioni di punta della flotta regata dei borghipalermitana: Alvarosky di F. Siculiana e Obi Wan di Candela/Inzerillo nella categoria Crociera/Regata accanto a Cochina di PierGiorgio Fabbri, Mago Blu di Fulvio Palumbo Cardella e Blu Moon di Giuseppe Cascino che si sfideranno nella categoria Crociera/Regata Senior. Previsti numerosi arrivi di barche provenienti da altri circoli della VII zona Fiv tra cui Paluck III di Franco Badessa, specialista di arie leggere, che corre con i colori del Nuovo Circolo del Tennis e della Vela di Milazzo, attesi entro il 20 Giugno data in cui scade la promozione early bird per l’iscrizione a tariffa ridotta.

L’evento si aprirà il 2 Luglio con il perfezionamento delle ultime iscrizioni e i controlli di stazza e si svolgerà con regate sulle boe nelle acque del Golfo di Palermo e di Mondello dal 3 al 5 Luglio. Al termine di ogni giornata i regatanti saranno accolti presso le Club House della Cala con piccoli rinfreschi. Nell’ultimo giorno non inizieranno procedure di “partenza” dopo le ore 15.30, in quanto a seguire è prevista l’immediata elaborazione delle classifiche e la premiazione. Il Campionato si svolgerà su un massimo di cinque prove, e si intende valido con due prove portate a termine. Il titolo di Campione Siciliano, Vela d’Altura, nelle varie Categorie, sarà assegnato al I armatore della VII zona FIV.

L’evento sarà sponsorizzato dalle aziende alimentari Barilla Food Service e Flot, da LineaVela, NeroNera, Visiva e dal Salpancore.

Per saperne di più visita il sito: www.velapalermo.it o la pagina Facebook di Vela Palermo – Circoli Velici Riuniti

di Rossella Tramontano 

Grande successo e partecipazione per le regate veliche svolte durante questo week-end del 6-7 Giugno organizzate dal Vela Club Cefalù e dalla Lega Navale Italiana, Sezioni di Palermo Centro, Termini, Cefalù, patrocinate dal Comune di Cefalù e inserite nel programma delle “Settimane veliche imeresi” in collaborazione con il VC Termini Imerese e il patrocinio del Comune di Termini Imerese.

Il fitto programma ha previsto, per il 6 giugno, la Regata “Sprint dei Borghi” con partenza al largo di Termini Imerese e arrivo a Cefalù entro il tempo massimo delle 15:30 per poter disputare a seguire una prova a bastone a Cefalù dalle h 16 al tramonto quando i regatanti, regata dei borghiuna volta rientrati in pontile sono stati accolti da fiumi di birra alla spina e un ricco buffet.

Trenta in totale le imbarcazioni partecipanti nelle varie categorie che, ad eccezione del diporto, sono state abbinate ognuna ad uno dei borghi più belli d’Italia e la particolarità che ha fatto di questa regata uno degli appuntamenti di punta del prestigioso circuito è stata l’Expo dei Borghi: tutti i comuni partecipanti, infatti, hanno allestito un loro stand, creando sul lungomare di Cefalù una vera e propria vetrina promozionale dei propri prodotti tipici e dei servizi turistici offerti sui rispettivi territori.

Ma veniamo ai risultati di questa giornata estiva, caratterizzata da un leggero levantino, mare piatto e sole caldissimo: per la categoria Crociera/Regata si sono contese il podio il Gran Sole il 40 Alvarosky di Francesco Siculiana e il Bud 37 Obi Wan di Candela/Inzerillo arrivati in ex equo entrambi con 4 punti. Tuttavia, il primo posto è andato ad Alvarosky in ragione del miglior piazzamento (un primo e un terzo posto) e il secondo posto ad Obi Wan (due secondi posti).

Le due barche, la prima abbinata al borgo di Castiglione di Sicilia e la seconda abbinata al borgo di Sperlinga, hanno combattuto davvero ad armi pari, sia in termini di equipaggio (ridotto) sia in termini di rating (gareggiano quasi in reale) e condotto, entrambi, delle belle prove.

Si stacca dal gruppo di competitor storici Cochina di Screenshot_2015-06-07-18-45-39Pier Giorgio Fabbri iscritta in classe Gran Crociera ed abbinata al borgo di Castroreale che porta a casa il primo posto per questa categoria. Medaglia d’argento per Dor An Dour di Ferraro, abbinata al borgo di San Marco d’Alunzio. In categoria Gran Crociera Senior vince Drakkar di Restivo, abbinata al borgo di Gerace, il cui sindaco era presente alla premiazione e Otaria di Gaetano Verri, abbinata al borgo di Castroreale. Infine, ma non ultimo, per la veleggiata della categoria da diporto, grande performance del duo Tornatore/Gemelli armatori di Danilù seguiti da Regina di Nino Ciccia.

La premiazione si è svolta presso la splendida cornice del Teatro comunale di Cefalù, famoso anche per il primo ciak del film Nuovo Cinema Paradiso girato dal regista Giuseppe Tornatore. Ci ha tenuto ad essere presente il sindaco di Cefalù il  cui borgo era abbinato ad Azimuth, il ketch sequestrato durante una operazione di lotta alla immigrazione clandestina ed oggi impegnata nelle attività sociali della LNI sezione Palermo Centro, che ha regatato con a bordo atleti diversabili. Tra le Autorità, era presente anche l’Assessore alle politiche culturali Vincenzo Garbo.

La manifestazione si è conclusa con la costiera del 7 giugno “Rotta di Ponente” da Cefalù a Ponente per circa 8 miglia, in avvicinamento per il rientro verso Palermo; una bava di vento di levante ha fatto si che tutto il percorso si facesse in andatura portante, fin dalla partenza tagliata con gli spinnaker e che ha visto Alvarosky e Cochina tagliare il traguardo con manciate di secondi di differenza e Obi Wan poco dopo. Ma per le classifiche si attende la premiazione che si terrà domenica prossima.

Sabato 23 Maggio, per non dimenticare, a vele spiegate nel Golfo di Mondello: questa l’idea della Regata della Legalità della Lega Navale Italiana in collaborazione con i Circoli Riuniti di Palermo e l’Associazione “Comitato Addiopizzo” abbinata alla quarta prova del 25° Campionato di Primavera della Società Canottieri di Palermo.

La competizione velica è stata molto partecipata, Military_World_Games_regattaanche nella sola forma della veleggiata, il che ha consentito una partecipazione massiccia di imbarcazioni e si respirava una reale atmosfera di legalità molto sentita. Il percorso di circa 6 miglia è partito dall’Acquasanta, con uno stacchetto, passato il quale il vento in poppa ha fatto aprire tutti gli Spi e passare così il gate obbligatorio posizionato di fronte la villa all’Addaura di Giovanni Falcone osservando simbolicamente quattro secondi di silenzio. Spingendosi verso Punta Torre Mondello, dal gran lasco si è passati alla bolina stretta con un ponente sostenuto e rafficato di circa 25 nodi che ha permesso alle barche in testa di flotta di allungarsi fino all’arrivo nella baia di Mondello.

Le barche che partecipavano in veleggiata sono partite alle ore 12 tutte insieme (vele bianche, Meteor, Azzurre), mentre la flotta iscritta in regata ha avuto una partenza differita con i compensi già calcolati a monte. Arrivate dunque in reale: prima Alvarosky, il Gran Soleil di F. Siculiana, seconda Cochina di P.G. Fabbri e terza Wireless il comet 45 di F. Denaro. Prima assoluta in reale, taglia il traguardo 50 secondi prima di Alvarosky, Regina di Nino Ciccia benché partecipante in veleggiata e dunque partita quasi 15 minuti prima.

Ad attendere l’arrivo delle imbarcazioni, alcune delle quali avevano a bordo alcuni studenti in rappresentanza delle scuole di Palermo, vi erano i rappresentanti del movimento antimafia di Palermo che hanno presentato il progetto “Addiopizzocard per investimento collettivo”, uno strumento di raccolta fondi per la riqualificazione di Piazza Magione o della Pepiniera del Parco della Favorita di Palermo. La collaborazione tra la Lega Navale Italiana Sezione Palermo Centro e Addiopizzo prevede anche l’allestimento di un punto fisso per la distribuzione di materiale informativo e delle AddiopizzoCard presso l’ufficio L.N.I. alla Cala di Palermo.

Infine, durante la premiazione, tenutasi a fine giornata, a 1-DSC_0140tutti gli armatori sono state omaggiate delle magliette di AddioPizzo e i circoli hanno utilizzato dei fondi, generalmente destinati ai trofei, per l’acquisto di 50 AddioPizzoCard per ciascun circolo da distribuire ai soci e con l’impegno di diffondere il messaggio di legalità.

Si terrà Sabato 23 Maggio, nello specchio di mare che costeggia Palermo, l’Addaura e Mondello, la Regata della Legalità, competizione abbinata alla quarta prova del 25° Campionato di Primavera organizzata dalla Società Canottieri di Palermo in collaborazione con i Circoli Riuniti di Palermo e l’Associazione “Comitato Addiopizzo”.Military_World_Games_regatta

La competizione velica è molto sentita e, pertanto, i circoli riuniti in collaborazione con Addiopizzo hanno organizzato diverse attività sociali che intratterranno piacevolmente anche le famiglie dei velisti, al termine della regata. Il percorso di circa 5/6 miglia sarà delimitato da boe costituite da galleggianti colorati e partirà dall’Acquasanta, passerà da un gate obbligatorio zona Addaura segnalato da due boe di colore Giallo e posizionate di fronte la casa di Giovanni Falcone, per poi spingersi fino a Punta Torre Mondello, con arrivo nella baia di Mondello.

Ad attendere l’arrivo delle imbarcazioni, alcune delle quali avranno a bordo alcuni studenti in rappresentanza delle scuole di Palermo, saranno i rappresentanti del movimento antimafia di Palermo che presenteranno il progetto “Addiopizzocard per investimento collettivo”, che è un nuovo strumento di raccolta fondi per un investimento collettivo per la riqualificazione di Piazza Magione o della Pepiniera della Parco della Favorita di Palermo (www.addiopizzo.org). È prevista la presenza di oltre una trentina di imbarcazioni.

La collaborazione tra la Lega Navale Italiana – Sezione Palermo Centro e Addiopizzo prevede anche l’allestimento, presso l’ufficio L.N.I. alla Cala di Palermo, di un punto fisso per la distribuzione di materiale informativo e delle AddiopizzoCard.

di Rossella Tramontano

Grande successo per il Campionato Nazionale d’area Mini Altura Ionio e Tirreno Meridionale che si è svolto nelle acque del Golfo di Mondello dal 9 al 12 Aprile. Sullo specchio di mare nei pressi di Palermo si sono misurate 16 imbarcazioni, quasi tutte in monotipia con i Farr Platu 25, oltre ad uno Zip 25 e due Melges 24.

Vento medio leggero est-sud-est per tutt’e tre le giornate di regate sulle boe, ma grazie ad un lavoro precisissimo di aggiustamento del campo da parte del Comitato di regata è stato possibile disputare tutte le prove previste: ben sei, nonostante il poco vento, nelle prime due giornate e due l’ultimo giorno con vento un po’ più sostenuto.

La competizione è stata ricca di momenti salienti. Infatti, è proprio in tali condizioni meteo che i tecnicismi e le regolazioni “di fino” fanno la differenza sul risultato finale.

Mare piatto e sole splendente hanno reso la cornice Mondelliana un vero spettacolo di colori.

unnamedGrande performance per il vincitore del campionato, Brera Hotel’s di Vitrano/Wolleb, che ha corso con i colori del Club Lauria e che ha registrato un netto distacco rispetto al resto della flotta, avendo chiuso con tre primi posti, tre secondi posti, un quinto e un ottavo poi scartato, per un totale di soli 14 punti che lo hanno portato dritto dritto sul podio del primo classificato. A seguire, invece, si sono contese il risultato, con una lotta all’ultimo refolo, Giuggiola, della Società Canottieri Palermo, i messinesi di Panza e Presenza, di Francesco Federico, e Liberalamente, di Virgilio Caleca, sotto il guidone del VelaClub, tutte con 35 punti: a determinare la classifica finale è stato il numero maggiore di migliori risultati su tutte le prove ed un Ocs, che hanno comportato l’arrivo sul podio nell’ordine sopracitato. Quinto posto per la catanese Jhaplin 007, di Cesare dell’Aira, diretto competitor del vincitore, ma poi retrocesso a causa di due OCS. Degna di nota anche la gara della Lega Navale Italiana Sezione Palermo Centro, che per la prima volta si è confrontata nella minialtura con una presenza così massiccia di equipaggi: Baraonda, di Luca Caruso, Isola del Vento, timonata da Carlo Bonomolo, e Five for Fighting, di Angelo Esposito.

unnamed (1)La premiazione si è svolta presso la magica location del VelaClub di Mondello, dove è stata organizzata la base operativa a terra, con ristoro gastronomico e convivialità.

Infine, ma non ultimo, è stato istituito un premio speciale per il primo equipaggio palermitano classificatosi: il Trofeo Colbertaldo, realizzato in memoria di Claudio Colbertaldo, velista e socio del club Canottieri Roggero di Lauria, prematuramente scomparso pochi mesi fa e da anni sponsor di manifestazioni veliche palermitane con la sua azienda Axa Medical Care.

Applausi coram populo per l’ottima organizzazione, sia a mare che a terra, dei Circoli Velici Riuniti di Palermo, che con il CNA ha inaugurato la stagione di competizioni condivise e ha dimostrato, fin da subito, che unire le forze rappresenta una carta vincente.

Foto di Salvatore Lopez

bizerte-2

di Rossella Tramontano

La macchina organizzativa è partita: venerdì 27 Marzo, a Palazzo delle Aquile è stata presentata ufficialmente la prima regata Palermo-Bizerte che si terrà l’1 Agosto, organizzata dai Circoli Velici Riuniti di Palermo in collaborazione con la Marina di Biserta, sotto l’egida del Comune di Palermo e del Consolato della Tunisia.

L’idea di un evento velico nasce dalla voglia di realizzare un ponte immaginario che unisca i due paesi rivieraschi del bacino del Mediterraneo, affinché il mare che separa la Sicilia dalla Tunisia sia in realtà occasione di vicinanza, contaminazione, confronto e sviluppo.

Numerose saranno le attività culturali e sociali collaterali messe in campo sia a Palermo che a Biserta. Il che renderà attraente la manifestazione sia per i regatanti più competitivi che per gli equipaggi di croceristi che desiderano unire l’attività sportiva con quella vacanziera, magari portando con sé le famiglie o facendosi raggiungere dalle stesse.

Tra i partecipanti ci sarà un’imbarcazione dell’Ersu (Ente Regionale per il diritto allo studio universitario), che gareggerà con un equipaggio di giovani universitari ed Azimut – Città di Palermo, il Jeanneau Sun Fizz 40 confiscato e affidato alla Lega Navale Italiana che, da mezzo usato per la tratta di esseri umani, riprenderà il mare in direzione opposta con un equipaggio della Sezione Palermo Centro, come simbolo di legalità e portatore di un messaggio di solidarietà, di integrazione e di pace, sotto il guidone del Comune di Palermo.

Per fugare ogni perplessità in merito agli spiacevoli fatti di cronaca recentemente occorsi, le Autorità Tunisine hanno garantito la massima sicurezza, interessando la Guardia Costiera Tunisina, che accompagnerà la flotta sia in entrata che in uscita dalle acque territoriali tunisine. La Marina garantisce un sistema di sorveglianza 24h/24 e l’accesso sarà impedito ai non accreditati alla manifestazione. Quanto alle formalità d’ingresso, per i regatanti iscritti nelle liste equipaggio sarà sufficiente esibire la carta di identità e non il passaporto.

Tutte le informazioni saranno diffuse attraverso il sito www.velapalermo.it, dove sarà possibile scaricare il Bando di Regata ed iscriversi on-line.

IMG_0428

Qual è il segreto della regata nel cuore dell’estate mediterranea? Gli organizzatori sono al lavoro, e l’undicesima edizione della Palermo-Montecarlo è già avviata: al Circolo della Vela Sicilia (il Club che ha lanciato la sfida con Luna Rossa all’America’s Cup) sono giunte le prime iscrizioni: da Russia, Spagna, Italia e Svizzera. Un avvio “internazionale” che suona conferma per una delle regate di vela d’altura più cresciute negli ultimi anni.

Ciò che attira barche e velisti, campioni e racer, navigatori ed equipaggi, è lo spirito della grande avventura di mare, lungo una rotta di 500 miglia, tecnica e interessante, che taglia in due il Mediterraneo e unisce due città amiche e molto coinvolte nell’evento.

Dal golfo di Mondello rotta sul gate obbligatorio davanti a Porto Cervo, e poi la scelta se passare le Bocche di Bonifacio, sempre ventose e difficili da attraversare, o navigare verso Nord lasciando la Corsica a sinistra e, dopo la Giraglia, fare rotta diretta sul Principato.

L’arrivo allo Yacht Club de Monaco è un altro dei momenti amati dagli equipaggi, per lo scenario e per l’assistenza del club, che dallo scorso anno presenta una sontuosa sede tutta nuova, già considerata il più grande yacht club del mondo.

Primi iscritti e il ritorno di Esimit Europa 2

Già 4 barche iscritte, a 7 mesi dalla regata, e in rappresentanza di quattro paesi! Non è male come avvio: c’è anche un Figaro che arriva dalla Société Nautique de Geneve, uno yacht dal Club Nautico Siviglia, il russo Gagarin, e il significativo ritorno di Prospettica, il Comet 41S che correrà in doppio ed è alla quinta presenza: una dimostrazione di fedeltà alla regata che comincia a farsi contagiosa.

L’attenzione del mondo velico verso la Palermo-Montecarlo 2015, però, è testimoniata soprattutto dall’annuncio arrivato alcuni giorni fa dal supermaxi più vincente degli ultimi 10 anni nel grande yachting: Esimit Europa 2 torna a Palermo per battere il suo stesso record. Una presenza resa ancor più prestigiosa dal recente riconoscimento assegnato al team europeo dall’ONU, per i valori di comunicazione tra popoli e paesi rappresentati da questa barca a vela simbolica.

Partenza il 21 agosto

La data della partenza da Mondello è confermata Palermo- montecarloper venerdì 21 agosto. Una data che incontra le esigenze di armatori ed equipaggi impegnati nel fitto calendario della grande vela d’altura e che punta a coinvolgere yacht di grandi dimensioni, oltre alla consueta flotta di tanti Cruiser-Racer.

La Palermo-Montecarlo x 2: sfida in doppio

Un’altra conferma introdotta per l’edizione del decennale è l’apertura della regata agli equipaggi in doppio: la Palermo-Montecarlo x 2 risponde alla volontà di molti armatori.

Bando, iscrizioni, foto e video online sul sito della regata

Sul sito web della regata (www.palermo-montecarlo.it) destinato ad armatori, media, addetti ai lavori e ai tanti appassionati e curiosi che seguono la regata dal vivo, è già possibile scaricare il Bando di Regata, e scoprire il percorso, i primi iscritti, la lunga storia con le testimonianze e le immagini (foto e video) delle passate edizioni. La Palermo-Montecarlo è anche una community su Facebook.

Riportiamo, infine, l’intervista a Mattia Forgia, il baby a bordo del maxi Ourdream alla Palermo-Montecarlo.

Per vivere bene occorre fare sport almeno due volte alla settimana. Tra le discipline sportive, il nuoto detiene lo scettro della più salutare.

di sa_fe

E’ scientificamente provato che nuotare faccia bene alla salute, alla longevità  ed al benessere in generale. Con l’allenamento, si ha in genere un aumento della massa magra ed una riduzione di quella grassa. Poiché il muscolo a parità di volume pesa più del grasso, si potrà  notare con l’allenamento natatorio, un incremento di peso pur risultando più snelli. Tuttavia, ridurre i benefici del nuoto ai soli miglioramenti estetici ne sminuisce il valore.

nuoto-fnm

Il nuoto allena i muscoli del corpo senza incidere sulla struttura ossea, escludendo quasi del tutto infortuni.  Gli effetti benefici del nuoto, infatti, si fanno sentire prevalentemente sullo sviluppo dell’impalcatura ossea, che sarà armonioso e completo; la gabbia toracica tende a ingrandirsi; si correggono le deviazioni della colonna vertebrale (come nella scoliosi), migliorando la postura, e contemporaneamente non si sovraccaricano le articolazioni, perché viene praticato in un ambiente in cui è virtualmente assente la forza di gravità.

Il Nuoto stimola particolarmente i sistemi neuro-muscolare, allungando e tonificando tutti i muscoli del corpo, e cardio-circolatorio, migliorando le funzioni cardiache e diminuendo i rischi del colesterolo. Incide positivamente sulla coordinazione motoria e respiratoria e riduce le spasticità. Aiuta a controllare il senso dell’appetito. Anche l’aspetto psico-sociale del soggetto praticante ne trae beneficio. Il nuoto provoca un rilascio di endorfine e, quindi, una riduzione significativa dello stress, con un contestuale incremento del senso di benessere, delle capacità di apprendimento, di comprensione e di concentrazione, che migliorano l’aspetto motivazionale e determinano il ritrovamento della fiducia in se stesso nel contesto relazionale.benefici-del-nuoto

Nelle donne il nuoto permette di ottenere una silhouette armoniosa e ben proporzionata favorendo il dimagrimento e il rassodamento muscolare combattendo in modo efficacemente gli inestetismi della cellulite.

Pertanto, cari amici, il consiglio che noi di Sicilia Più vi diamo è il seguente: indossate il costume e fatevi una salutare nuotata in piscina. Anche perché il nostro azzurro Mediterraneo ci aspetta.