Faraone e Crocetta già in campagna elettorale

Pubblicato: 11 marzo 2016 in Attualità

In arrivo 1500 assunzioni per chiamata diretta, alla faccia dei giovani disoccupati non raccomandati, dei precari e degli stessi dipendenti regionali.

 Chi ha creduto alla favola dei regionali che sono troppi e che ha generato i pensionamenti anticipati?

La finta “moralizzazione” portata avanti dall’assessore/commissario Baccei, complice il sottosegretario Faraone, mostra adesso il vero volto: con la legge stralcio della Finanziaria (la discussione è iniziata nelle commissioni parlamentari dell’Ars in questi giorni), infatti, i cosiddetti “moralizzatori e paladini della lotta agli sperperi” gettano la maschera e pianificano una serie di norme pre-elettorali.

La PROPOSTA di legge dell’assessore/commissario all’Economia Alessandro Baccei – coadiuvato dai suoi collaboratori (messi lì proprio da Faraone) – tra alcune norme “virtuose”, come quella del taglio dei maxi stipendi dei dirigenti degli enti e delle partecipate (utili a ottenere i 500 milioni che il governo nazionale ha promesso alla Sicilia), prevede alcune porcate inaccettabili che svelano il vero volto di una politica falsa e dannosa per la Sicilia. E il presidente della Regione Crocetta che fa? Il Ponzio Pilato?

La più grossa e inaccettabile di queste vergogne vorrebbe – se approvata all’Ars – l’assunzione a tempo determinatoalla Regione di circa 1.500 persone (provenienti dagli sportelli multifunzionali), negli uffici dell’assessorato al Lavoro (dove lavorano già circa tremila addetti di ruolo) anziché, come logica vorrebbe, prevedere una norma per il loro inserimento a tempo indeterminato nelle società partecipate. Vorrebbero “mettere le mani sopra” questo bacino di lavoratori, appioppando loro il giogo a vita della precarietà. Nel frattempo però è stata varata nei mesi scorsi – con l’appoggio editoriale di alcuni lacchè – una norma per trasferire senza regole il personale regionale verso altri rami dell’amministrazione regionale

Ovviamente, non si parla di selezioni aperte a tutti i cittadini o allo stesso personale regionale interno dotato dei necessari titoli.  Si prevedono – invece – ASSUNZIONI riservate esclusivamente a persone di cui si conosce già nome e cognome, il tutto con la scusa che “tanto paga l’Unione Europea” e che “il posto” sarebbe “solo” per due anni (ma la storia insegna che alla Regione chi entra resta precario e non esce più): insomma il governo, dopo lo snellimento degli organici, vorrebbe mettere sul groppone della Regione altri 1.500 precari da soggiogare al ricatto politico.

Il disegno di legge prevede anche: la vergognosa assunzione nei ruoli regionali di alcuni avvocati (provenienti da altre amministrazioni) presso l’Ufficio Legislativo e Legale (amici di qualcuno che conta ?) senza, invece, valorizzare le professionalità interne che vengono mortificate, non essendo riconosciuto attualmente neppure il profilo professionale di avvocato.

“Ciliegina sulla torta” è la previsione di chiusura del Centro regionale del restauro e del Centro regionale del catalogo, punto di riferimento del mondo culturale e accademico nazionale e internazionale.

Ovviamente, anche in quest’occasione, viene calpestata la sentenza della Corte costituzionale sull’obbligo del rinnovo dei contratti di lavoro, non essendo previsto nulla nel D.L. stralcio; né vengono affrontate le questioni che riguardano la situazione del personale IRSAP lasciato allo sbando.

Contrasteremo in ogni modo queste misure che rappresentano la sintesi della barbarie politica che smantella  tutto ciò che funziona ed è, invece, utile allo sviluppo e ai cittadini.

IL NOSTRO DISPREZZO VERSO QUESTA POLITICA CHE CREA CLIENTELA, CALPESTA I DIRITTI DEI LAVORATORI, NON CREA SVILUPPO E OCCUPAZIONE E STA DESERTIFICANDO LA SICILIA COSTRINGENDO I GIOVANI AD EMIGRARE.

I PARLAMENTARI ARS ABBIANO UN ENERGICO SUSSULTO DI DIGNITA’ ED ESPUNGANO LE NORME CHE OFFENDONO TUTTI I SICILIANI, RESPINGENDO L’ULTIMO ASSALTO ALLA DILIGENZA.

INTANTO IL COBAS/CODIR HA GIA’ CHIESTO UN’AUDIZIONE URGENTE ALLA I E II COMMISSIONE ARS.

CODIR

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...