Crocetta e Baccei, i “Bonnie and Clyde” della Regione Siciliana

Pubblicato: 27 febbraio 2016 in Attualità

  

Di Maria Grazia Sottile

Come tutti sapete in questi giorni si discute della finanziaria siciliana e momenti nevralgici come questi diventano una occasione ghiotta per far passare di tutto e di più. 

L’ultima idea strepitosa di Crocetta e Baccei è lo scippo dei fondi destinati alla pensione dei dipendenti regionali.

Prima del 2009 tutta la previdenza non veniva amministrata in maniera separata, ma tutto veniva gestito attraverso il grande calderone del bilancio regionale dove confluivano i contributi dei dipendenti e da dove si attingeva per pagare le pensioni. 

Ci si rese presto conto che questo sistema non poteva essere più sostenuto e con le l.r. n. 2/2002 si cercò di affidare la gestione del sistema pensionistico all’INPDAP. L’accordo con l’INPDAP fu ritenuto troppo oneroso e non andò in porto. Quindi con l’articolo 15 della legge regionale 6/2009 fu creato il Fondo Pensioni Sicilia.

 I dipendenti che sono “serviti” dal Fondo sono stati suddivisi in due categorie, da un lato quelli con “Contratto 1” assunti prima del 1986 per i quali la pensione viene erogata con fondi del bilancio, dall’altro per tutti coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 2003, “Contratto 2”, si applica il sistema contributivo statale. Per i dipendenti “Contratto 2” – la pensione viene gestita dal Fondo, il trattamento contributivo è identico a quello degli statali.

 Il Fondo Pensione Sicilia gestisce le pensioni del “Contratto 2”, mentre si limita a fare da tramite per le altre.

La creazione del Fondo, oltre che fare ordine nel sistema previdenziale e contributivo, ha dato la possibilità ai dipendenti di mettere in sicurezza le somme versate a titolo contributivo che in passato erano in balia della politica di turno che li utilizzava per delle spese che spesso e volentieri erano scellerate.

La legge regionale 6/2009 prevedeva inoltre che la Regione trasferisse al Fondo 885 milioni di euro, pari al montante contributivo dei dipendenti, con rate annuali da 59 milioni di euro. 

Quindi la creazione del Fondo Pensioni Sicilia, per dirla in maniera evangelica è stata cosa “buona e giusta”, ma i nodi al pettine sono arrivati presto, la Regione si è subito manifestata inadempiente nel versamento del dovuto al Fondo ed ha cercato di sopperire alle sue insolvenze cercando di cedere alcuni immobili in luogo del pagamento, immobili che si sono rivelati assolutamente incapaci di creare reddito.

Malgrado tutti e tutto il Fondo è stato capace di gestire i contributi raccolti in maniera giusta, cercando, anche con degli investimenti, o con dei prestiti agevolati ai dipendenti, di salvaguardare i contributi dei dipendenti regionali, chiudendo peraltro in attivo.

Il Crocetta ed il Baccei avrebbero individuato nel Fondo Pensioni Sicilia il pozzo di San Patrizio, siccome è un Ente che funziona e vi confluiscono i contributi (tutti soldi nostri e non loro) e che garantirà la pensione ai dipendenti regionali, gli occhi di questi due loschi figuri hanno luccicato. Quindi hanno messo in moto la macchina del “banco piglia tutto”, si sono messi in testa che possono tranquillamente appropriarsi dei fondi del Fondo Pensioni Sicilia per garantire i Comuni con cui la Regione avrebbe delle pendenze di non si capisce cosa.

Il Governatore che si autoproclama “rispettoso della legge” è il primo a non rispettare le norme, infatti è inadempiente verso il Fondo perchè non provvede a rinominare gli organi a cui è scaduto l’incarico determinando un rallentamento dell’attività dello stesso, in più al posto di assolvere ai suo doveri si ingegna per defraudare i dipendenti regionale e distruggerne quello che può essere una serena vecchiaia. 

Come può la Regione debitrice nei confronti del Fondo, chiedere allo stesso che si faccia suo creditore per ulteriori prestiti che verosimilmente non verrano mai restituiti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...