“Futurs durables pour la ville méditerranéenne”: la città mediterranea da Palermo a Parigi

Pubblicato: 9 settembre 2015 in Eventi
Tag:, , , ,
La trasformazione della città mediterranea nella mostra itinerante che, dopo il capoluogo siciliano, farà tappa a Parigi per presentare il lavoro della facoltà di Architettura di Palermo

La mostra itinerante “Futurs durables pour la ville méditerranéenne”14. Locandina Paris_web raccoglie gli esiti degli ultimi tre anni di attività didattica sul tema della trasformazione della città mediterranea, elaborati nell’ambito del Laboratorio di Laurea L@bCity e dei Laboratori di progettazione architettonica del  5° e 3° anno dei Corsi di Studio Magistrali in architettura di Palermo e Agrigento del Prof. Renzo Lecardane, Dipartimento di Architettura, Scuola Politecnica dell’Università di Palermo.

Un’esposizione preziosa, “Futurs durables pour la ville méditerranéenne”, che – dopo essere stata accolta a Palermo dal 21 al 30 aprile scorso e a Marsiglia dal 21 al 28 maggio –  ora farà tappa a Parigi, dove, dal 10 settembre al 9 ottobre, sarà alla Biblioteca Italo Calvino Hôtel de Galliffet dell’Istituto italiano di cultura di Parigi,  nell’ambito della 14a edizione della Settimana delle Culture straniere promossa dal Forum degli Istituti Culturali stranieri a Parigi. Un’iniziativa, quest’ultima, realizzata in collaborazione con il Ministero della Cultura e della Comunicazione, il Comune di Parigi, l’Express, Vocable, Aligre fm, Toutel’europe.eu, Eurochannel, Eunic Paris, che hanno voluto dedicare una parte della loro programmazione all’ambiente e allo sviluppo sostenibile.

Già visitata da migliaia di persone, la “Settimana delle Culture straniere” mira a promuovere la diversità culturale e a fare scoprire, a Parigi ma anche nel resto della Francia, le culture straniere. Attraverso numerosi spettacoli, convegni, esposizioni, proiezioni e incontri, la mobilitazione collettiva di 53 centri e Istituti Culturali stranieri dimostra concretamente che la preoccupazione ambientale è globale. Quest’anno, poi, l’obiettivo è la valorizzazione della cultura dei paesi intorno a una sfida che unisce tutti: la tutela ambientale e la lotta contro il cambiamento climatico.

I progetti didattici, elaborati in sinergia con alcune istituzioni universitarie e culturali europee, saranno discussi alle 18.30 di domani, giovedì 10 settembre, con i contributi di Ottavio Amaro (Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, DArTe), Xavier Dousson (ENSA Paris-Val de Seine, LACTH), Salvator-John A. Liotta (Centre National de la Recherche Scientifique, LAVUE), Luca Merlini (ENSA Paris-Malaquais, LIAT), Antoine Picon (Harvard University, Ecole Nationale des Ponts et Chaussées, LATTS), Virginie Picon-Lefebvre (ENSA Paris-Belleville, IPRAUS), Claude Prelorenzo (Ecole Nationale des Ponts et Chaussées, associé au LIAT), Nathalie Roseau (Ecole Nationale des Ponts et Chaussées, LATTS), Dominique Rouillard (ENSA Paris-Malaquais, directeur du LIAT), Maria Salerno (ENSA Paris-Malaquais, LIAT) e Philippe San Marco (Ecole Normale Supérieure de Paris).

15. Palermo_E. BarbieraL’esposizione itinerante, dopo Parigi, sarà pure a Bordeaux, Siviglia, Malaga, Reggio Calabria e Agrigento, per attivare un processo virtuoso di riflessioni sul più ampio tema della città sostenibile nel mediterraneo.

La presentazione dell’esposizione è anche su You Tube.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...