Riforma delle pensioni. Boeri lancia la proposta Inps: pensione anticipata e tagli alle pensioni d’oro

Pubblicato: 21 marzo 2015 in Previdenza sociale
Tag:, , ,

Entro il mese giugno sarà presentata al Governo Renzi una “proposta organica” di riforma delle pensioni da parte dell’Inps. Lo ha detto intervenendo ieri sera a Otto e mezzo, su La 7, il nuovo presidente dell’Inps Tito Boeri, notoriamente critico nei confronti della riforma delle pensioni Fornero, che ha innalzato l’età pensionabile e introdotto forti penalizzazioni sulla pensione anticipata di uomini e donne. L’economista bocconiano, oggi ai vertici dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale, è tornato a ribadire la necessità di introdurre nuovi sistemi di flessibilità in uscita dal lavoro che consentano ai sessantenni di accedere in anticipo al pensionamento.

“L’Inps – ha ricordato Boeri – non ha potere legislativo, ci generiche Inpslimitiamo ad applicare le leggi sulle pensioni”. Boeri, che presto avrà un incontro con il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, ha spiegato a Otto e mezzo che all’Inps si sta già “lavorando a delle proposte che si muovono sull’asse assistenza-previdenza“. Sullo stesso asse si pongono i ddl Damiano ed altri dieci proposte di legge abbinate, al vaglio da questa settimana della commissione Lavoro della Camera e che entro l’estate, proprio verso giugno (così come la proposta dell’Inps sulla riforma pensioni), potrebbero confluire in una sorta di testo unificato sulla previdenza, come già annunciato dalla relatrice dei ddl Maria Luisa Gnecchi (Pd). Tutte proposte, comunque, in sintonia con il Boeri-pensiero: “Credo – ha detto il presidente dell’Inps – ci debba essere una certa flessibilità nell’uscita, con regole – ha sottolineato – che devono essere sostenibili“.

Pensione anticipata e tagli alle pensioni d’oro: le proposte di Boeri

Il professor Boeri è tornato a parlare di nuovi tagli alle pensioni d’oro. “Credo che, al di sopra di un certo importo delle pensioni, sia necessario intervenire”, ha dichiarato il presidente dell’Inps, Tito Boeri, non fornendo comunque indicazioni dettagliate sulla cifra che potrebbe essere considerata come tetto massimo. Mentre qualche settimana fa, in un’intervista a Presa Diretta, Boeri, parlando di numeri, aveva ipotizzato un prelievo del 20%, massimo del 30%, sulle pensioni più alte di 3.000 euro al mese. Novità importanti da Boeri pure sul “problema” legato agli incrementi della speranza di vita a cui si adeguano le pensioni, “su cui bisogna riflettere”, ha detto il presidente Inps, spiegando che questo “è un limite delle riforme fatte durante il Governo Monti“.

commenti
  1. #StopVitalizi QUANDO UN GIOVANE SU DUE È DISOCCUPATO E IL 56% DI QUELLI CHE RIESCONO A TROVARE UN LAVORO È PRECARIO (E FORSE UNA PENSIONE NON L’AVRANNO MAI) VITALIZI E PENSIONI D’ORO A VOLTE VERSATE SOLO PER IL 30% NON SONO PIÙ SOSTENIBILI… #StopVitalizi #NonÈUnPaesePerGiovani scusate il maiuscolo ma l’argomento mi prende molto 🙂 https://liberodifareilfuturo.wordpress.com/tag/le-pensioni-doro-e-lequita-intergenerazionale/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...